Marcella Bella- “Fa chic”

Buona mattinata a tutti!!

Oggi voglio proseguire il mio “viaggio” con un brano di Marcella Bella molto divertente e frizzante con sfumature di erotismo, il cui titolo è “Fa chic”, che è contenuto all’interno di una raccolta di successi rivisitati intitolata “Passato e Presente” (2002).

Questa perla preziosa, che è frutto della penna poetica e sublime di Giancarlo Bigazzi e di Gianni Bella (fratello di Marcella), narra di un rapporto amoroso ormai finito in cui le due persone stanno comunque ancora insieme nonostante le loro incompatibilità, perché una relazione di questo tipo viene considerata come una sorta di moda (“fa chic” appunto).

Come già vi ho anticipato, il testo ha anche delle venature erotiche, infatti all’inizio si parla di un rapporto pieno di sesso e di passione (“Docce di intimità, sbagli di biancheria/ Fare sesso e farlo spesso con te”), ma poi la coppia scoppia per via delle continue bugie di lui, e lei, in fondo, anche se cerca un ragazzo più giovane con cui divertirsi e consolarsi, desidera una relazione più vera ed autentica (emblematica è la frase “Con lui che sa dire solo bugie/ E lei che c’ha un amante boy scout/ O fai così o altrimenti sei out”).

Ora, non vi resta che scatenarvi e ballare su questo ritmo da disco music grazie a una delle voci femminili più grintose della musica italiana!! Baci dalla vostra “Anna R”!!!

Renato Zero- “Un’apertura d’ali”

Buona serata a tutti!!!

Oggi, dopo un breve “viaggio all’estero” con i Beatles e Stevie Wonder, ho proprio voglia di tornare in Italia omaggiando un Artista incredibile che molto spesso (erroneamente, dico io) viene associato solamente ai lustrini ed alle paillettes, ma che in realtà possiede una profondità testuale ed una sensibilità musicale fuori dal comune: sto parlando del mitico Renato Zero, ed il brano scelto è l’ultimo capolavoro scritto da Giancarlo Bigazzi prima della sua morte, che si intitola “Un’apertura d’ali”, il cui album di appartenenza è “Amo-Capitolo I” (2013), che vede alla produzione la presenza di grandi nomi quali Trevor Horn (che aveva già collaborato con artisti del calibro di Paul McCartney ed i Genesis) e Celso Valli.

Questa autentica gemma, che viene impreziosita ancora di più dall’atmosfera musicale creata dalla sezione degli archi, ha come tema portante l’essenza più profonda dell’amore, che qui viene visto come un mix tra gioia ed angoscia (“E’ un’apertura d’ali/quella felicità/che fa sentire soli/per quando finirà”), infatti, come dice il testo, “ci fa prigionieri eppure sembra libertà”.

Molto toccante è anche il video ufficiale, la cui regia è di Alessandro D’Alatri, e che vede come protagoniste le detenute del carcere femminile di Latina (le cosiddette “cattive ragazze di Via Aspromonte”) alle prese con una quotidianità fatta di stenti e di sofferenza, ma con la speranza di recuperare la libertà perduta (in tal senso, emblematica è la fotografia del mare presente alla fine del videoclip).

Adesso, però, non dico più nulla, perché voglio che vi godiate questa meraviglia assoluta!! Baci dalla vostra “Anna R”!!!

Mina-“Il pazzo”

Buonasera a tutti,

oggi iniziamo il nostro viaggio all’interno dei “tesori musicali nascosti”.

Ho voluto appunto iniziare da colei che è considerata la più grande cantante italiana di tutti i tempi, ossia la “Tigre di Cremona” Mina.

Il brano che ho deciso di farVi ascoltare oggi si intitola “Il pazzo”, scritto dal grande Giancarlo Bigazzi e tratto da “Veleno”, album del 2002 in cui le canzoni sono di chiara matrice cantautorale e gli arrangiamenti sono molto raffinati. Questo è un brano d’autore contraddistinto da intense venature blues.

Mi raccomando, ascoltatelo bene, perchè fa davvero venire la pelle d’oca, infatti io ho i brividi ogni volta che lo ascolto!!

Vi saluto e buona visione!

Baci dalla Vostra “Anna R”!!!